(ANSA) – ROMA, 08 APR – Il bilancio dei morti dall’inizio
delle proteste anti golpe in Birmania ha sfiorato ieri quota
600: lo riporta l’Associazione per l’assistenza ai prigionieri
politici (Aapp).
    Secondo l’organizzazione non profit per la difesa dei
diritti umani basata in Thailandia, nella giornata di mercoledì
sono state uccise 12 persone, mentre altre cinque che avevano
perso la vita nei giorni scorsi ma non erano state conteggiate
sono state aggiunte al totale: i nuovi dato portano il totale
delle vittime a quota 598. Attualmente, inoltre, 2.847 persone
sono in carcere. (ANSA).
   

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi